Usa, Amnesty: stop a violenze illegali polizia su movimento BLM -3-

Dmo/Red

Roma, 23 giu. (askanews) - Il Crisis Evidence Lab di Amnesty International ha raccolto quasi 500 video e fotografie delle proteste attraverso le piattaforme dei social media. Questo materiale stato verificato, geolocalizzato e analizzato da esperti in armi, in tattiche di polizia e nelle norme vigenti negli Usa e a livello internazionale sull'uso della forza.

In alcuni casi, i ricercatori di Amnesty International hanno anche intervistato vittime e funzionari dei dipartimenti locali di polizia, che hanno confermato le condotte illegali degli agenti.

La mappa interattiva di Amnesty International ha evidenziato violazioni dei diritti umani da parte delle forze di polizia nell'80 per cento degli stati degli Usa.

Le forze di polizia si sono rese responsabili di violazioni dei diritti umani non solo nelle grandi citt come Minneapolis, Philadelphia e Washington ma anche in piccoli centri come Louisville in Kentucky, Murfreesboro in Tennessee, Sioux Falls in South Dakota e Albuquerque in New Mexico. A Fort Wayne, in Indiana, un giornalista ha perso un occhio dopo essere stato colpito al volto da una granata contenente gas lacrimogeno.

(Segue)