Usa, Amnesty: stop a violenze illegali polizia su movimento BLM -2-

Dmo/Red

Roma, 23 giu. (askanews) - L'uso illegale della forza, comprendente pestaggi, uso improprio di gas lacrimogeni e spray al peperoncino, impiego inappropriato di armi meno che letali come proiettili di gomma e granate a spugna, chiama in causa le forze di polizia locali e statali, le agenzie federali e la Guardia nazionale.

"La nostra analisi chiara: quando gli attivisti e i sostenitori del movimento Black lives matter sono scesi in strada per manifestare pacificamente, hanno per lo pi incontrato una risposta di tipo militare e subito violenze da parte proprio di quella polizia di cui chiedevano la fine dell'attitudine razzista", ha dichiarato Brian Castner, alto consulente di Amnesty International su armi e operazioni militari.

"Il tempo per applicare un cerotto sulle ferite e chiedere scusa per poche 'mele marce' finito. Ora occorre una riforma profonda e sistemica delle forze di polizia che ponga termine all'uso eccessivo della forza e alle esecuzioni extragiudiziali dei neri negli Usa. Queste comunit non possono pi vivere nel terrore di essere colpite proprio da coloro che hanno giurato di proteggerle. I responsabili dell'uso eccessivo della forza e delle uccisioni illegali devono essere chiamati a rispondere", ha aggiunto Castner.

(Segue)