Usa, Amnesty: stop a violenze illegali polizia su movimento BLM -5-

Dmo/Red

Roma, 23 giu. (askanews) - Alcuni dipartimenti di polizia locali e di stato hanno avviato riforme parziali, come la sospensione dell'uso di alcune munizioni per il controllo della folla, come i gasi lacrimogeni. A Minneapolis il Consiglio locale ha votato a maggioranza per lo smantellamento delle forze di polizia e il rafforzamento di istituzioni dedicate a proteggere in modo efficace la sicurezza pubblica.

Amnesty International chiede tuttavia una riforma concreta e duratura delle forze di polizia in tutti gli Usa, che comprenda: - la fine delle esecuzioni extragiudiziali di cittadini neri da parte delle forze di polizia e l'assunzione di responsabilit per le loro morti attraverso indagini indipendenti, approfondite e imparziali che assicurino tra l'altro riparazione per le vittime e i sopravvissuti; - la garanzia che le manifestazioni pacifiche possano svolgersi senza violenza da parte delle forze di polizia e senza che manifestanti, giornalisti o semplici osservatori siano presi di mira; - l'approvazione di leggi federali, tra cui il PEACE Act, e di norme statali che limitino l'uso della forza da parte della polizia alle circostanze in cui essa sia strettamente necessaria e proporzionata alla minaccia in atto; - l'abolizione della dottrina giuridica della cosiddetta "immunit speciale", un'esimente che presuppone il comportamento in buona fede di un agente di polizia garantendogli pertanto una speciale protezione giurisdizionale; - l'approvazione di una legge federale per la smilitarizzazione delle forze di polizia.