USA, ancora panico dopo la strage di Uvalde: due scuole in lockdown

USA scuole lockdown
USA scuole lockdown

Ancora panico e paura nelle scuole americane a seguito della strage di Uvalde. Questa volta è successo in due scuole situate nella contea di North San Diego dove la Del Norte High School e la Stone Ranch Elementary sono state chiuse e messe in stato di lockdown.

USA, due scuole della contea di North San Diego in regime di lockdown

Stando a quanto emerge dai vari post su pubblicati su Twitter sono poche per il momento le informazioni delle quali si dispongono. Si sa però che a scatenare l’allarme è stata una telefonata minatoria fatta alla Del Norte High School. Nulla però fortunatamente è successo e gli studenti stanno bene. A tale proposito la portavoce del distretto unificato di Poway Christine Palk nell’aggiornare sulla situazione ha spiegato: “Con molta cautela, la polizia ci ha sistemati in un campus sicuro, mentre indagano su una minaccia di telefonata anonima”. La giornalista di CBS 8/CW Marcella Lee ha condiviso su Twitter uno screen agghiacciante che le è stato trasmesso da uno dei genitori: “Le luci sono spente. I bambini sono sul pavimento. Insegnanti che sbarrano le porte”, ha twittato.

La Polizia di San Diego: “Stiamo investigando sulla natura delle minacce”

Nel frattempo la Polizia di San Diego attraverso un Tweet ha fatto sapere: “Proprio ora gli agenti della Polizia di San Diego sono alla Del Norte High School dopo aver ricevuto una telefonata di minacce alla scuola. Stiamo investigando sulla natura delle minacce. Stiamo anche lavorando con il distretto unificato di Poway per assicurarci che gli studenti siano salvi. Continueremo ad aggiornare la comunità sui nuovi sviluppi”.

La strage avvenuta alla Robb Elementary School di Uvalde qualche giorno fa ha portato decine e decine di scuole statunitensi a mettersi in stato di allerta lanciando anche moltissimi allarmi o presunti tale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli