Usa, appello medici: "Colpire Obamacare durante pandemia sarebbe ferita insanabile"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Abrogare interamente o in parte l'Obamacare durante la pandemia di coronvirus potrebbe essere una ferita insanabile per il sistema sanitario americano. E' questo il monito rivolto dall'associazione dei medici americani alla Corte Suprema che oggi ascolta gli argomenti del nuovo ricorso repubblicano contro la riforma sanitaria varata da Barack Obama,

"Abrogare misure che hanno ampliato l'accesso all'assistenza sanitaria avrebbe un effetto devastante per dottori, pazienti ed il sistema sanitario americano in tempi normali - si legge in un parere legale presentato alla Corte dalla American Medical Association - ma colpire l'Obamacare quando il sistema sta avendo difficoltà a rispondere alla pandemia sarebbe una ferita autoinflitta che avrebbe bisogno di decenni per guarire".

Un'azione della Corte per mettere fine all'Obamacare lascerebbe circa 21 milioni di americani senza assistenza sanitaria. Ma anche abrogherebbe le misure che proteggono 133 milioni di americani dalle azioni delle assicurazioni sanitarie che negano la copertura a persone che hanno problemi medici pregressi o aumentano sensibilmente il premio da pagare in ragione di questi.