Usa, arrestati 680 lavoratori immigrati, figli cercano genitori

Sim

Roma, 8 ago. (askanews) - "Ci stanno chiamando i figli per capire se nei raid sono coinvolti i loro genitori", dopo che agenti federali hanno fatto irruzione in diverse aziende dello Stato americano del Mississippi, arrestando circa 680 lavoratori immigrati. Lo ha detto oggi al Mississippi Today l'avvocato specializzato in diritto dell'immigrazione Marshall J. Goff.

L'operazione ha visto coivolti più di 600 agenti che hanno perquisito i locali di diverse aziende alimentari e hanno arrestato gli immigrati ritenuti privi di documenti validi. Il procuratore distrettuale del Mississippi, Mike Hurst, l'ha definita "la più grande operazione delle forze dell'ordine per l'immigrazione in un solo Stato nella storia della nostra nazione". (Segue)