Usa: arrestato ex ingegnere Bp per marea nera in Golfo Messico

(ASCA-AFP) - Washington, 24 apr - Un ex ingegnere della

British Petroleum e' stato arrestato per aver distrutto delle

prove legate all'esplosione della piattaforma petrolifera

Deepwater Horizon, che nel 2010 provoco' la morte di 11

persone e un gravissimo inquinamento ambientale nel Golfo del

Messico. Lo ha annunciato il ministero della Giustizia

americano.

Kurt Mix, 50 anni, ha cancellato dal suo iPhone dei

messaggi, che sono stati parzialmente recuperati e che

dimostrerebbero come i vertici della Bp fossero al corrente

che l'incidente era di tre volte piu' vasto di quanto

comunicato ufficialmente e che il principale tentativo di

fermare la fuoiruscita di greggio si era rivelato un

fallimento.

''La Task Force sta continuando l'inchiesta sulla

esplosione della Deepwater Horizon e perseguira' tutti coloro

che hanno violato la legge in quello che e' stato il peggior

disastro ambientale della storia degli Stati Uniti'', ha

detto il procuratore generale Eric Holder in un comunicato.

Ricerca

Le notizie del giorno