Usa, assassino Bob Kennedy libero dopo 53 anni di carcere

Sirhan Sirhan (California Department of Corrections and Rehabilitation via AP)
Sirhan Sirhan (California Department of Corrections and Rehabilitation via AP)

A Sirhan Sirhan, assassino del senatore democratico americano Robert F. Kennedy, è stato concesso il rilascio sulla parola dopo che due dei figli di RFK si sono espressi a favore e i pubblici ministeri non hanno chiesto la permanenza in carcere. Sirhan, 77 anni, ha scontato 53 anni di carcere.

Bob Kennedy, candidato alle presidenziali del 1968, fu ucciso a colpi di pistola all'Hotel Ambassador a Los Angeles, poco dopo aver tenuto un discorso in seguito alla sua vittoria alle importanti primarie democratiche in California. 

VIDEO - L'erede dell'impero Samsung esce dal carcere

L'agguato mortale fu giustificato dall'omicida, immigrato palestinese con cittadinanza giordana, con la sua ostilità all'intenzione manifestata dall'aspirante presidente degli Stati Uniti di rafforzare il sostegno militare a Israele. In un primo momento Sirhan fu condannato a morte, pena convertita all'ergastolo nel 1972.

La procedura avviata per rimetterlo in libertà vigilata, spiega il Los Angeles Times, dura 90 giorni e può essere bloccata in qualunque momento dal governatore della California.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli