Usa attaccano basi di miliziani sostenuti da Iran in Iraq e Siria

Milano, 30 dic. (askanews) - Le forze americane hanno attaccato delle basi dei miliziani di Hezbollah in Siria e Iraq, sostenuti dall'Iran. Una risposta ad attacchi come quello di due giorni fa a Kirkuk in cui ssno morti un conctractor e 4 soldati Usa.

L'operazione contro Hezbollah è stata definita un successo dal segretario di Stato americano che ha poi avvertito l'Iran: "Quello che abbiamo fatto è stato dare una risposta decisa che rende chiaro quello che il presidente Trump ha detto per mesi e mesi, cioè che non permetteremo all'Iran di mettere in pericolo uomini e donne americani".

Il segretario alla Difesa Mark Esper ha spiegato che sono stati colpiti 3 obiettivi nell'ovest dell'Iraq e due nell'est della Siria, dove c'erano centri di comando e depositi di armi.

L'Iran ha condannato i raid aerei americani definendoli un atto di terrorismo.