Usa: attacco Iran, lievi traumi cranici per oltre 100 soldati -2-

Ihr

Roma, 10 feb. (askanews) - Diversi funzionari del Pentagono hanno dichiarato alla Cnn il mese scorso che è probabile che il numero di casi diagnosticati continui a cambiare.

Circa 200 persone che si trovavano nella zona di esplosione al momento dell'attacco sono state sottoposte a screening per i sintomi.

Il mese scorso, Trump ha affermato di non considerare le potenziali lesioni cerebrali gravi quanto le ferite da combattimento fisico, minimizzando la gravità delle lesioni subite in Iraq.(Segue)