Usa: attacco Iran, lievi traumi cranici per oltre 100 soldati -3-

Ihr

Roma, 10 feb. (askanews) - Durante il World Economic Forum di Davos, in Svizzera, a Trump è stato chiesto di spiegare la discrepanza tra i suoi precedenti commenti sul fatto che nessun membro del servizio americano era stato ferito e le notizie di truppe statunitensi in cura per le ferite subite nell'attacco. "No, ho sentito che avevano mal di testa e un paio di altre cose, ma direi, e posso dire che non è molto grave", ha risposto Trump durante una conferenza stampa.

Alla domanda sui commenti del presidente giovedì, il segretario alla Difesa Mark Esper ha dichiarato che Trump "comprende la natura di queste lesioni". "Ho avuto la possibilità di parlare con il presidente. È molto preoccupato per la salute e il benessere di tutti i nostri membri del servizio, in particolare quelli che sono stati coinvolti nelle operazioni in Iraq, e capisce la natura di queste ferite". ha detto.