Usa, avvocati Weinstien chiedono assoluzione anche se "impopolare"

Sen

Roma, 14 feb. (askanews) - Gli avvocati di Harvey Weinstein, al processo contro il produttore di Hollywood, hanno chiesto alla giuria di assolverlo dalle accuse di violenza sessuale, anche se, nell'era del movimento "#MeToo", il loro cliente è divenuto "impopolare".

Nella sua arringa finale in un processo che va avanti da tre settimane, l'avvocato difensore del magnate ha accusato il procuratore di aver messo in piedi "un universo parallelo", nel quale il produttore di Hollywood con oltre 80 Oscar al suo attivo, ha molestato giovabni attrici, senza però fornire prove concrete

"Era innocente quando varcò questa porta - ha detto l'avvocato -. Era innocente quando i testimoni iniziarono a testimoniare. Ed è innocente, seduto di fronte a voi adesso", ha concluso rivolgendosi ai 12 giurati del tribunale di Manhattan.