Usa, Biden accusa Trump: Alimenta fiamme della supremazia bianca

Roma, 8 ago. (askanews) - "Che differenza c'è tra Trump che dice 'Questa è un'invasione' e il ragazzo che ha sparato a El Paso che dice 'Questo attacco è in risposta all'invasione ispanica in Texas? Che differenza c'è tra queste due affermazioni?": così Joe Biden, candidato democratico alle presidenziali americane del 2020, nel corso di un comizio elettorale a Burlington, nello Iowa, riferendosi al massacro di El Paso compiuto da un ragazzo che voleva "fermare l'invasione di immigrati illegali".

"Io non credo ci sia una grande differenza - ha proseguito Biden - in un linguaggio esplicito, come in un linguaggio in codice, il presidente ha alimentato le fiamme della supremazia bianca in questa nazione".

Secondo l'ex vice-presidente di Barack Obama, Trump ha "adottato pubblicamente e sfacciatamente la strategia politica dell'odio, del razzismo e della divisione".

Trump, che aveva iniziato la sua campagna presidenziale del 2016 trattando i messicani come "stupratori", evoca regolarmente una "invasione" degli Stati Uniti da parte dei migranti provenienti dall'America centrale.

Il termine "invasione", utilizzato dall'estrema destra in tutto il mondo, è stato usato anche dal giovane autore della sparatoria a El Paso in un manifesto pubblicato online prima di uccidere 22 persone, tra cui almeno sette cittadini messicani. Il 21enne killer ha anche elogiato il massacro dello scorso mese di marzo di 51 persone in due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda.

"Abbiamo un problema con questa crescente ondata di supremazia, supremazia bianca negli Stati Uniti, e abbiamo un presidente che la incoraggia", ha dichiarato Biden, favorito delle primarie democratiche per le elezioni presidenziali statunitensi di Novembre 2020.