Usa, Biden vuole almeno 50% auto elettriche entro 2030, produttori approvano

·2 minuto per la lettura
La concept car elettrica Chevrolet Bolt EV al North American International Auto Show di Detroit

WASHINGTON (Reuters) - Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden firmerà oggi un ordine esecutivo per far si che metà dei nuovi veicoli venduti sia a zero emissioni entro il 2030, e per proporre nuove regole sulle emissioni dei veicoli per ridurre l'inquinamento entro il 2026.

Lo ha reso noto oggi la Casa Bianca.

Il piano di Biden, che non pone obiettivi legalmente vincolanti, ha ottenuto il supporto dei produttori di auto statunitensi ed esteri, che avevano fatto presente che per raggiungere gli obbiettivi saranno necessari miliardi di dollari in finanziamenti pubblici.

General Motors, Ford e Stellantis hanno confermato in un comunicato congiunto di "voler raggiungere vendite di veicoli elettrici negli Usa per il 40%-50% del totale entro il 2030". Reuters aveva dato notizia martedì di questo annuncio pianificato dai produttori.

L'obiettivo fissato da Biden di 50% e quello 40%-50% includono le auto completamente elettriche, quelle con tecnologia a cella combustibile e le plug-in hybrid, che sono dotate anche di motore a scoppio.

Biden ha evitato di fissare obbiettivi vincolanti per l'adozione di veicoli elettrici, come chiedevano molti democratici, e di seguire l'esempio della California che ha fissato nel 2035 la data ultima per porre fine alla vendita di nuovi veicoli leggeri dotati di motore a scoppio, misura che ha sollevato le proteste del sindacato dei lavoratori nel settore automobilistico (Uaw).

Il presidente dell'Uaw Ray Curry ha preso atto dell'obbiettivo relativo ai veicoli elettrici, aggiungendo però che "Uaw non intende concentrarsi su scadenze o percentuali, ma sulla tutela degli stipendi e dei termini contrattuali che sono il cuore pulsante della classe media statunitense".

Il nuovo ordine esecutivo di Biden fissa delle scadenze per lo sviluppo di nuovi standard per le emissioni entro almeno il 2030 per i veicoli leggeri e entro il 2027 per quelli più ampi.

Dan Backer, a capo della campagna Safe Climate Transport, ha detto che il piano "si basa su impegni volontari e non obbligatori da parte di produttori di auto non affidabili".

Biden ha in programma nella giornata di oggi un evento alla Casa Bianca con i produttori di auto.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli