Usa, calo posti di lavoro a dicembre, tasso disoccupazione a 6,7%

di Lucia Mutikani
·1 minuto per la lettura
La sede centrale del Dipartimento del Lavoro a Washington D.C.

di Lucia Mutikani

WASHINGTON (Reuters) - A Dicembre negli Usa è stato registrato per la prima volta in otto mesi un calo del numero degli occupati, con il Paese piegato dal peso di una forte ondata di contagi da Covid-19, una perdita di slancio che potrebbe indicare un possibile stallo della ripresa dalla pandemia.

Lo scorso mese gli occupati del settore non agricolo sono diminuiti di 140.000 unità, secondo i dati forniti dal dipartimento del Lavoro.

I dati di novembre sono stati rivisti al rialzo, facendo così registrare un aumento di 336.000 posti di lavoro al posto dei 245.000 riportati inizialmente.

Si tratta del primo calo del numero degli occupati da aprile. L'economia Usa ha recuperato solamente la metà dei 22,2 milioni di posti di lavoro persi a marzo e aprile.

Il tasso di disoccupazione registrato a dicembre è del 6,7%.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)