Usa, carenza materie prime e difficoltà assunzioni frenano ripresa - Fed

·1 minuto per la lettura
La facciata dell'edificio della Federal Reserve statunitense a Washington

WASHINGTON (Reuters) - Carenze di materie prime e "difficoltà nelle assunzioni" stanno frenando la ripresa economica statunitense dalla pandemia da coronavirus e hanno causato un picco "transitorio" di inflazione.

Lo ha detto la Federal Reserve nel rapporto semestrale al Congresso Usa sullo stato dell'economia.

"Il progresso delle vaccinazioni ha portato alla riapertura dell'economia e a una forte crescita economica" si legge. "Tuttavia, le carenze di materie prime e le difficoltà nelle assunzioni hanno frenato l'attività in vari settori".

Il rapporto sarà oggetto di audizioni al Congresso la prossima settimana, tra cui la testimonianza del presidente della Fed Jerome Powell sull'outlook per economia, inflazione e transizione della politica monetaria in un contesto di affievolirsi della pandemia.

Il rapporto pubblicato dalla Fed analizza in gran parte la situazione economica pregressa, ma documenta la visione della banca centrale di una ripresa che resta ben instradata mentre imprese e famiglie si orientano all'interno di una complessa riapertura economica.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli