Usa, causa contro il governo Trump per il divieto d'asilo

A24/Pca

New York, 17 lug. (askanews) - L'American Civil Liberties Union (Aclu), in nome di diverse associazioni che si battono per i diritti di migranti e rifugiati, ha fatto causa all'amministrazione Trump per le nuove regole imposte per limitare notevolmente il numero di richiedenti asilo al confine tra Stati Uniti e Messico. La causa è stata presentata in un tribunale federale della California, in cui si dichiara che le nuove regole sono "un tentativo illegale di indebolire significativamente, se non virtualmente abolire, il sistema di asilo negli Stati Uniti", "chiudendo in modo crudele le porte ai rifugiati che fuggono dalle persecuzioni".

Secondo le nuove norme, i migranti dovrebbero richiedere asilo nel primo Paese di arrivo e non negli Stati Uniti; l'intenzione di Washington è quella di lasciare al Messico la gestione dei migranti in arrivo dai Paesi dell'America centrale. Le nuove regole prevedono delle eccezioni, come per le vittime di sfruttamento e per i migranti passati attraverso Paesi non firmatari di trattati internazionali a protezione dei rifugiati; inoltre, un'eccezione è prevista per i richiedenti asilo respinti dai Paesi di passaggio.