Usa, Cdc estende idoneità vaccino Covid-19 da 16 anni in su

·1 minuto per la lettura
Faith Walsh, un'infermiera del Servizio sanitario pubblico degli Stati Uniti, prepara una fiala del vaccino Moderna contro il Covid-19

(Reuters) - Tutti i cittadini degli Stati Uniti dai 16 anni in su sono ora eleggibili per la vaccinazione contro il Covid-19.

Lo ha annunciato il Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) statunitense.

Le persone dai 16 anni in su che hanno condizioni mediche pregresse che aumentano il rischio di complicazioni gravi e pericolose dovute al Covid-19, dovrebbero essere tra quelle a cui viene offerto il vaccino per prime, secondo le ultime raccomandazioni dell'agenzia sanitaria statunitense.

La maggior parte degli stati Usa ha già esteso la distribuzione del vaccino contro il Covid-19 alle persone di questa fascia d'età. L'Alaska è stato il primo stato ad abbassare la soglia di idoneità a 16 anni ed è stato seguito da altri stati come Georgia, Texas e California.

All'inizio di aprile, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva indirizzato gli stati ad ampliare la possibilità di vaccinazione alle persone dai 18 anni in su entro il 19 aprile. Finora, nessun vaccino contro il Covid-19 è stato autorizzato per coloro che hanno meno di 16 anni, anche se i test sono in corso.

Secondo il Cdc, più della metà degli adulti statunitensi ha ricevuto almeno una dose del vaccino contro il Covid-19.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)