Usa chiedono ad altri stati di imporre sanzioni contro leader colpo di stato Myanmar

·1 minuto per la lettura
Alcuni manifestanti tengono una bandiera durante una protesta

GINEVRA (Reuters) - Gli Stati Uniti hanno chiesto ad altri stati membri dell'Onu di unirsi a loro nel ritenere i leader del colpo di stato del Myanmar responsabili, anche attraverso sanzioni mirate come quelle imposte ieri da Washington.

"Chiediamo a tutti i membri del Consiglio di unirsi agli Stati Uniti e ad altri... di unirsi a noi nel promuovere la responsabilità per gli autori del colpo di stato, anche attraverso sanzioni mirate", ha detto Mark Cassayre, Chargé d'Affaires statunitense presso la missione Usa alle Nazioni Unite a Ginevra.

La dichiarazione è il primo discorso di Washington su una questione di diritti umani in una sessione formale dell'organizzazione da quando l'amministrazione Trump ne è uscita a giugno 2018.