Usa,Chiesa mormone avrebbe accantonato 100 mld destinati a carità

A24/Pca

New York, 17 dic. (askanews) - La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (Chiesa mormone) avrebbe accantonato in conti esentasse 100 miliardi di dollari destinati a opere di carità, secondo quanto rivelato da un 'whistleblower', che ha segnalato il caso in un rapporto consegnato all'Internal Revenue Service, l'equivalente statunitense dell'Agenzia delle entrate, e ottenuto dal Washington Post.

Le autorità mormoni avrebbero ingannato i membri della congregazione "accantonando le donazioni, invece di usarle per opere di carità", per poi usarle per generare profitti; in questo modo, "potrebbero aver violato le leggi fiscali federali". Nel rapporto, si accusano le autorità della Chiesa di aver usato "le donazioni per sostenere due società private", si legge sul quotidiano. (segue)