Usa-Cina, primo incontro tra ministri Difesa, mantengono posizioni su Taiwan

FILE PHOTO: Chinese and U.S. flags flutter outside the building of an American company in Beijing

SINGAPORE (Reuters) - I responsabili della Difesa di Cina e Stati Uniti oggi hanno avuto per la prima volta un colloquio faccia a faccia, con le due parti ferme sulle rispettive opposte posizioni sul diritto di Taiwan a governarsi da sola.

Il segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin e il ministro della Difesa cinese, generale Wei Fenghe, si sono incontrati a margine del vertice sulla sicurezza Shangri-La Dialogue a Singapore per quasi un'ora, il doppio del tempo inizialmente previsto.

Il primo incontro faccia a faccia tra Austin e Wei arriva in un momento in cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sta cercando di concentrarsi maggiormente sulle questioni di sicurezza asiatiche dopo mesi di attenzione all'invasione della Russia in Ucraina. I due capi della difesa hanno avuto un colloquio telefonico ad aprile.

Benché entrambe le parti affermino di voler gestire meglio le relazioni bilaterali, Pechino e Washington rimangono distanti su diverse situazioni di sicurezza, dalla sovranità di Taiwan all'attività militare della Cina nel Mar Cinese Meridionale e all'invasione russa dell'Ucraina.

Dopo l'incontro, funzionari cinesi e statunitensi hanno sottolineato la cordialità dei lavori, un segnale che potrebbe contribuire ad aprire la porta ad una maggiore comunicazione.

Tuttavia, non sembra ci siano stati passi avanti verso la risoluzione delle divergenze tra i due paesi.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli