Usa, comunità di Sant'Egidio: stop esecuzione di Dexter Johnson

Cro/Ska

Roma, 12 ago. (askanews) - Appello della comunità di Sant'Egidio per fermare l'esecuzione di Dexter Johnson fissata in Texas, negli Stati Uniti, per il 15 agosto.

Sono passati quasi tre mesi dal 2 maggio, quando una grande mobilitazione sul web ha fermato l'esecuzione di Dexter Johnson, un 31enne afroamericano condannato a morte per aver partecipato all'uccisione di una donna e del suo fidanzato quando era diciottenne, si legge in una nota. Al giovane, che ha un deficit mentale, è stato rifiutato il ricorso per attenuanti legate al suo stato di salute mentale. La data dell'esecuzione è fissata al 15 agosto. Per questo la comunità fondata da Andrea Riccardi e presieduta da Marco Impagliazzo chiede il "sostegno di tutti: inviamo di nuovo appelli per la salvezza della sua vita". L'appello è indirizzato al Texas Board of Pardons and Paroles - Executive Clemency Section, e al governatore del Texas Greg Abbott.