Usa, Corte Suprema difende l'aborto contro la legge della Louisiana

A24/Pca

New York, 29 giu. (askanews) - La Corte Suprema statunitense ha revocato una legge della Louisiana che avrebbe lasciato lo Stato con una sola clinica per l'aborto. Il giudice capo, John Roberts, ha votato insieme ai quattro giudici di ala liberale; si trattato del primo caso sull'aborto valutato dal massimo tribunale statunitense da quando le due nomine effettuate dal presidente Donald Trump hanno spostato a destra la Corte.

La legge, approvata nel 2014, bloccata in tribunale e poi invece confermata in appello, avrebbe obbligato i medici che praticano l'aborto nelle cliniche ad avere il privilegio di ammissione in ospedale per le loro pazienti; in Louisiana, questo si sarebbe tradotto in una solo clinica disponibile. Il giudice federale che aveva gi bocciato la legge la defin un "peso inappropriato" sul diritto costituzionale delle donne di abortire, spiegando che negli ultimi 23 anni, con oltre 3.000 pazienti all'anno, una delle cliniche che sarebbe stata costretta a chiudere ha dovuto trasferire in ospedale solo quattro pazienti, che hanno ricevuto le cure necessarie a prescindere dal privilegio di ammissione dei suoi medici. Una legge simile, approvata in Texas, era gi stata bocciata dalla Corte Suprema nel 2016.