Usa, Covid-19 numero infetti supera di 13 volte i dati diffusi

A24/Mal
·1 minuto per la lettura

New York, 21 lug. (askanews) - Il Centro per il controllo e la prevenzione della malattie infettive afferma, in un report rilasciato oggi, che il numero di persone infette in alcune aree degli Usa, "supera di gran lunga il numero di casi segnalati". Il numero di infetti si muove in una media che va da due a 13 volte maggiore dei dati diffusi. I risultati suggeriscono che un gran numero di persone che non avevano sintomi o che non si sono curate hanno diffuso il virus nelle loro comunit. I risultati indicano anche che in vaste aree del paese, il virus ha toccato solo una piccola parte della popolazione. Nello Utah, ad esempio, poco pi dell'1% delle persone era stato esposto al virus dall'inizio di giugno. Il tasso era del 2,2 % per Minneapolis-St. Paul, del 3,6 per cento per la regione metropolitana di Filadelfia. A New York City, il 23,3 per cento delle persone oggetto della ricerca aveva sviluppato anticorpi sin dal 6 maggio. I ricercatori hanno analizzato campioni di persone che avevano effettuato test clinici di routine o erano ricoverati in ospedale, in 10 citt e stati Usa.