Usa: disoccupazione cala all'8,1% in marzo ma assunzioni rallentano

I non farm payrolls (posti di lavoro non agricoli) sono cresciuti in aprile di “soli” 115 mila nuovi posti netti negli Stati Uniti, meno delle attese di mercato che parlavano di 160 mila nuovi posti di lavoro. A parziale compensazione della delusione il dato di marzo è stato rivisto al rialzo e portato a 154 mila nuovi posti di lavoro.

Il tasso di disoccupazione cala così sul minimo degli ultimi tre anni all'8,1%, mentre i redditi sembrano ristagnare a causa del nuovo rallentamento dei ritmi d'assunzione da parte delle aziende, che rischia di produrre una frenata anche sui consumi da cui dipende il 70% circa del Pil Usa. (l.s.)

Ricerca

Le notizie del giorno