Usa, donna che accusa Trump di stupro chiede campione... -2-

A24/Pca

New York, 30 gen. (askanews) - La scorsa estate, Carroll ha accusato Trump di averla stuprata in un camerino di un negozio di lusso a Manhattan, a metà degli anni '90. In un articolo del New York Magazine e nel suo libro, la donna ha scritto che il vestito "è ancora appeso nel mio armadio. Non l'ho lavato e non l'ho più indossato da quella sera". La causa per diffamazione è stata intentata perché Trump, accusandola, avrebbe danneggiato la sua carriera.

La vicenda ricorda quella che riguardò l'allora presidente Bill Clinton, sottoposto al test del Dna per scoprire se avesse avuto rapporti sessuali con Monica Lewinsky, allora stagista alla Casa Bianca, mentendo quindi sotto giuramento. Dopo che il suo Dna fu trovato sul vestito di Lewinsky - che lo aveva conservato, senza mai lavarlo - Clinton riconobbe di aver avuto "un rapporto intimo inappropriato" con l'allora stagista. Clinton fu messo in stato d'accusa (impeachment) nel dicembre 1998 e poi assolto dal Senato.