Usa, dopo strage in Texas arcivescovo accusa Trump di razzismo

Sim

Roma, 7 ago. (askanews) - Gustavo Garcia-Siller, arcivescovo di San Antonio, in Texas, ha definito il presidente Donald Trump "un poveruomo", esortandolo a "fermare odio e razzismo, a partire da te stesso". Un attacco lanciato dall'arcivescovo con una serie di tweet, poi cancellati: "Mi dispiace che le mie recenti osservazioni su Twitter non siano state incentrate su delle questioni ma su un individuo", ha spiegato in una nota.

Secondo la Cnn si tratta del primo vescovo cattolico che negli Stati Uniti accusa pubblicamente il presidente di razzismo. (Segue)