Usa, economia accelera in trim1, in lieve calo richieste sussidi disoccupazione

·1 minuto per la lettura
Persone con mascherine a Times Square

WASHINGTON (Reuters) - La crescita economica degli Stati Uniti ha segnato un'accelerazione nel primo trimestre, alimentata da aiuti massicci da parte del governo a imprese e famiglie, aprendo la strada a quella che si prevede sarà la miglior performance annuale degli ultimi quarant'anni.

Il prodotto interno lordo è salito a un tasso annualizzato del 6,4% nel periodo gennaio-marzo, come mostra la stima flash del Pil a cura del Dipartimento del commercio. Si tratta del secondo tasso di crescita più forte dal terzo trimestre del 2003 e segue il +4,3% del quarto trimestre 2020.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un incremento del Pil del 6,1%.

L'economia degli Stati Uniti sta rimbalzando più rapidamente di quella degli altri Paesi grazie a due ulteriori tranche di misure per il Covid da parte di Washington e un calo della paura relativa alla pandemia, che ha incrementato la domanda interna e permesso alle attività come ristoranti e bar di riaprire.

Tuttavia, l'economia necessita di almeno un paio d'anni per riprendersi totalmente dalla recessione innescata dalla pandemia, che è iniziata a febbraio 2020.

Dati separati del Dipartimento del lavoro mostrano che 553.000 persone hanno presentato richiesta di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 24 aprile, dai 566.000 della settimana precedente.

Sebbene le richieste iniziali siano scese dalla cifra record di 6,149 milioni registrata ad aprile 2020, restano ben al di sopra del range di 200.000-250.000 unità visto come coerente con un mercato del lavoro in buona salute.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)