Usa: ExportUsa, opportunità per imprese italiane edili ma importante iscriversi alle Union

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 12 nov. (Labitalia) – "Negli Stati Uniti, soprattutto per il settore delle costruzioni, dei restauri, dell’allestimento di punti di interesse commerciale, è spesso obbligatoria l’iscrizione alle Union. Per accedervi, però, ci sono una serie di regole ed è fondamentale creare la giusta connessione tra teoria e pratica. Si tratta di un processo particolarmente articolato e serve una conoscenza profonda del modello organizzativo vigente negli States. Bisogna essere in America e frequentare i District Council, per aiutare le imprese ad accedere alle Union. Ci sono regole non scritte da interpretare, e va creata la giusta connessione tra teoria pratica. Uno dei modi per superare l’asimmetria informativa è sapere che domande porre, come porle e a quale interlocutore”. Lo afferma Fosca Pellegrinotti, vicepresidente di ExportUsa ed esperta di Union per il settore delle costruzioni, dopo l'approvazione del piano di investimenti dell'amministrazione Biden per rinnovare le infrastrutture, che aprirà numerose opportunità anche per le aziende italiane che si occupano di costruzioni ed edilizia.

Per garantire questo genere di servizio ExportUsa – società di consulenza che affianca e struttura le imprese europee negli Stati Uniti – si è specializzata, e ha approfondito le dinamiche e le azioni da compiere per agevolare gli imprenditori nel mettersi a norma con i sindacati. "Le Union variano a seconda dello stato e delle città. New York, ad esempio, presenta una forte sindacalizzazione. I punti di interesse commerciali, come i negozi e i grandi magazzini, spesso si devono rivolgere ai sindacati per assumere manodopera per le ristrutturazioni o in occasione dell’apertura di nuovi store. Anche le aziende europee operanti in questo ambito devono essere 'Union compliant' Infine, quando il lavoro svolto dalle aziende è sindacalizzato, anche l’impatto a livello di preventivi è evidente", aggiunge.

"L’azienda europea iscritta alle Union – chiarisce – avrà la possibilità di coinvolgere una quota parte del proprio personale, mentre un’altra porzione verrà fornita dai sindacati stessi. Accedere ai sindacati americani comporta la gestione delle ore di lavoro e l’emissione degli stipendi in coordinamento con la struttura sindacale di riferimento e bisogna essere chirurgici nel catalogare tutta la documentazione dell’azienda in vista dei controlli da parte dell’autorità di gestione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli