Usa: fondatrice di Theranos incarcerata per frode

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Washington, 19 nov. (Adnkronos) – La fondatrice di Theranos, Elizabeth Holmes, è stata condannata a oltre 11 anni di carcere per aver frodato gli investitori nella sua start-up di analisi del sangue che aveva raggiunto una quotazione di 9 miliardi di dollari. Secondo l'accusa, l'ex stella della Silicon Valley ha affermato falsamente che la tecnologia della sua società potrebbe diagnosticare diverse malattie, dal cancro al diabete, utilizzando solo poche gocce di sangue.

La Holmes, che stata dichiarata colpevole a gennaio dopo un processo di tre mesi e che adesso è incinta, ha detto in lacrime alla corte di provare "profondo dolore" per coloro che sono stati ingannati. La donna dovrebbe fare appello contro la sentenza emessa da un tribunale della California. Theranos è stata fondata dalla Hlomes all'età di 19 anni, dopo aver abbandonato la Stanford University, e il suo valore è aumentato notevolmente dopo che la società ha affermato che avrebbe potuto portare a una rivoluzione nella diagnosi delle malattie. Ma la tecnologia pubblicizzata da Holmes non ha funzionato e, inondata di cause legali, la società è stata sciolta entro il 2018.

Al processo di Holmes a San Jose, in California, i pubblici ministeri hanno affermato che la donna ha consapevolmente ingannato medici e pazienti sul prodotto di punta di Theranos, la macchina Edison, che secondo la società poteva rilevare cancro, diabete e altre malattie utilizzando solo poche gocce di sangue. I pm hanno anche accusato la donna di aver esagerato enormemente le prestazioni dell'azienda con i suoi finanziatori. I giurati alla fine l'hanno dichiarata colpevole di quattro capi di imputazione per frode, con una pena massima di 20 anni di carcere. Ma l'hanno dichiarata non colpevole per altre quattro accuse e non sono riusciti a raggiungere un verdetto su altre tre.