USA, giudice federale rigetta la causa di Trump contro Twitter

(Adnkronos) - Il giudice della corte federale di San Francisco James Donato ha rigettato la causa legale intentata da Donald Trump contro Twitter, mossa lo scorso anno nel tentativo di riottenere il proprio profilo. Il social network aveva decretato il ban contro l'ex Presidente dopo i fatti di Capitol Hill, vedendo nei messaggi di Trump un incitamento alla violenza di quei giorni. La causa, registrata a ottobre, citava la mossa di Twitter come contraria al primo emendamento, ma il giudice ha sentenziato che trattandosi di un'azienda privata l'accusa non sussiste, in quanto il primo emendamento si applica solo agli organi statali. Donato ha anche rigettato l'accusa secondo la quale Twitter si sia mosso contro Trump dopo il condizionamento dell'opposizione. Recentemente, l'ex Presidente ha fondato il proprio social network, Truth. "Non tornerò su Twitter, resterò su Truth", ha dichiarato Trump a Fox News. "Spero che Elon Musk compri Twitter perché lo migliorerà ed è un brav'uomo, ma io resterò su Truth e non ho nessuna intenzione di riaprire il mio profilo Twitter".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli