Usa, Harker (Fed) si aggiunge a coro su possibile aumento tassi a marzo

·1 minuto per la lettura
FILE PHOTO: Federal Reserve Board building on Constitution Avenue is pictured in Washington

(Reuters) - La Federal Reserve degli Stati Uniti potrebbe iniziare ad alzare i tassi di interesse dall'attuale livello vicino allo zero già a marzo e potrebbe anche dover aumentare i costi dei prestiti per tutto il 2022 per contribuire a frenare l'inflazione.

È quanto affermato da Patrick Harker, presidente della Fed di Filadelfia.

"Prevedo che completeremo il tapering degli acquisti di asset entro marzo. Poi, possiamo probabilmente aspettarci un aumento dei tassi di 25 punti base", ha detto Harker nei commenti preparati per un evento online tenuto dal Philadelphia Business Journal.

"Potremmo benissimo continuare ad aumentare i tassi per tutto l'anno, man mano che i dati evolvono", ha aggiunto Harker, mentre l'istituto centrale si prepara a ridurre in maniera più rapida gli stimoli che ha introdotto quasi due anni fa per sanare l'economia nel corso della pandemia di Covid-19.

Harker aveva già affermato in mattinata, nel corso di un'intervista con il Financial Times, che al momento sosterrebbe tre aumenti dei tassi di interesse quest'anno, a partire da marzo, e sarebbe aperto a interventi ulteriori nel caso di un peggioramento dell'inflazione.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Claudia Cristoferi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli