Usa, in Idaho giudice blocca la legge che vieta l'aborto

(Adnkronos) - Un giudice federale ha bloccato temporaneamente l'entrata in vigore della legge approvata in Idaho per vietare l'aborto. Secondo il giudice distrettuale B. Lynn Winmill il divieto quasi totale dell'interruzione di gravidanza, che sarebbe dovuto entrare in vigore oggi, viola la legge federale che obbliga a fornire cure in caso di emergenza.

L'entrata in vigore quindi sarà sospesa fino a quando sarà discusso il ricorso che è stato presentato dal dipartimento di Giustizia. Nella sua sentenza il giudice ha sottolineato che "non si tratta del superato diritto costituzionale all'aborto, questa Corte non sta affrontando questa questione profonda, ma piuttosto è chiamata ad affrontarne una più modesta: cioè se la legge sull'aborto dell'Idaho sia in conflitto con una piccola ma importante legge federale. Ed è in conflitto".

La legge dell'Idaho stabilisce che l'aborto è illegale passate le prime sei settimane di gestazione, anche in caso di emergenza medica o complicazioni, con le sole eccezioni di stupro, incesto e per salvare la vita della madre.