Usa-India verso accordo condivisione intelligence (anti-Cina)

Mos
·1 minuto per la lettura

Roma, 26 ott. (askanews) - La visita in India del segretario di stato Usa Mike Pompeo e del segretario alla Difesa Mark Esper potrebbe portare a un accordo tra il gigante dell'Asia meridionale e gli Stati uniti sulla condivisione delle informazioni d'intelligence ottenute via satellite. Si tratterebbe di una mossa chiaramente orientata al controllo delle attività cinesi, mentre Pechino e Nuova Delhi si confrontano ancora in una tesa disputa lungo la vaga linea di confine himalayano. Pompeo ed Esper avranno incontri sia col primo ministro indiano Narendra Modi, sia con i loro omologhi locali, il ministro degli Esteri S Jaishankar e il ministro della Difesa Rahnath Singh. Ripartiranno domani, quando Pompeo inizierà una serie di visite in Sri Lanka, Maldive, Indonesia. Secondo i media indiani, le parti stanno lavorando alla firma di un accordo di condivisione delle notizie d'intelligence che dovrebbe consentire a Nuova Delhi di accedere alle immagini da satellite statunitense per migliotare la sorveglianza e la precisione nell'utilizzo delle proprie armi. Si tratta di un ulteriore avvicinamento della India agli Stati uniti, in chiave evidentemente anti-cinese, dopo che il gigante dell'Asia meridionale ha aderito a un accordo di sicurezza con Washington, Tokyo e Canberra conosciuto come Quad.