Usa, Inflazione PCE +0,9% in marzo, annuale +6,6%

Image from askanews web site
Image from askanews web site

New York, 29 apr. (askanews) - L'inflazione negli Stati Uniti è aumentata ancora in marzo, toccando nuove cifre record come accaduto negli ultimi cinque mesi. La misura preferita dalla Federal Reserve per calcolarla, il dato Pce (personal consumption expenditures price index), è cresciuta dello 0,9% rispetto al mese precedente, mentre rispetto a un anno prima è aumentata del 6,6%, dopo il +6,4% registrato in febbraio, il +6,1% di gennaio, l'aumento del 5,8% di dicembre.La velocità di aumento del dato è la piùalta registrata da gennaio 1982. La componente "core" del dato, depurata dagli elementi volatili, è cresciuta dello 0,3% rispetto al mese precedente, e del 5,2% rispetto a un anno prima.

Il valore Pce è contenuto nel dato diffuso dal dipartimento del Commercio relativo ai redditi personali e alle spese ai consumi. La Fed considera il 2% il livello ottimale e considera questa impennata temporanea. L'aumento dell'inflazione è legato sostanzialmente all'aumento dell'energia, del cibo e dei beni e servizi. La Fed ha deciso un aumento consistente dei tassi di interesse per contenere gli aumenti inflazionistici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli