Usa, inflazione rallenta la corsa: a luglio all’8,5%

Image from askanews web site
Image from askanews web site

New York, 10 ago. (askanews) - I prezzi al consumo negli Stati Uniti hanno rallentato la corsa in luglio, confermando l'aumento dell'1,3% di giugno, secondo quanto riportato dal dipartimento del lavoro. Il dato "core", ovvero quello depurato dalla componente dei prezzi dei beni alimentari ed energetici, è cresciuto dello 0,3%, in ribasso rispetto alla crescita di giugno e contro attese degli analisti per un +0,5%. Su base annuale, il dato generale è in aumento dell'8,5%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre le stime erano di un aumento dell'8,7%: un dato ancora in crescita ma di molto inferiore al dato annuale registrato in giugno dove l'aumento era del 9,1%. Il dato "core" annuale è in crescita del 5,9%, come nel mese di giugno. I prezzi dell'energia sono scesi del 4,6% rispetto al mese precedente. In aumento i prezzi dei generi alimentari che hanno registrato un rialzo dell'1,1% superiore all'1% registrato in giugno. La media settimanale degli stipendi è aumentata dello 0,5%. L'indice dei prezzi rimane ancorato ad un dato record, il più alto degli ultimi 40 anni, nonostante una diminuzione dei prezzi energetici e un rallentamento degli aumenti migliori del previsto.

AAA/Mal