Usa, investe ragazza perché “sembra messicana”

Usa

Nello stato americano dello Iowa una donna di 42 anni ha investito una giovane ragazza perché sembrava messicana. La donna è stata riconosciuta dai passanti e fermata dalla polizia, scioccata dalla dichiarazioni razziste dell’americana.

Usa, 42enne investe ragazza perché “messicana”

Negli Usa le politiche anti-sudamericane attivate da Donald Trump continuano a produrre effetti scioccanti.

Lo scorso 9 dicembre, infatti, a Des Moines, In Iowa, Nicole Marie Poole Franklin, una donna di 42 anni ha investito con la propria auto una ragazzina di 14 anni, credendola messicana.

La ragazzina ha riportato diverse ferite, come descrive la polizia, ma la donna è stata subito arrestata e accusata di tentato omicidio grazie alla testimonianza di alcuni passanti, presenti sul luogo del fatto in quel giorno in cui la follia ha preso il sopravvento sulla donna americana.

Parlando durante una conferenza stampa il capo locale della polizia, Michael Venema, si è detto “scioccato” dalla confessione della donna, accompagnata da “una serie di affermazioni offensive sui Latino-americani, fatte davanti agli inquirenti”.

Non è la prima volta che negli Stati Uniti accadono episodi simili, secondo molti americani in parte alimentati dalla politica anti-messicana portata avanti dal presidente Donald Trump, suggellata dalla volontà di costruire il fatidico muro.

La 42enne ora si trova reclusa nel carcere della contea di Polk e la cauzione è di un milione di dollari. La famiglia dell’adolescente ha chiesto che sia mantenuta la privacy sulla ragazzina.