Usa, ispanico muore durante l’arresto: il video che ricorda Floyd

·1 minuto per la lettura
featured 1306110
featured 1306110

Roma, 29 apr. (askanews) – Diffuso un altro video shock negli Stati Uniti: le riprese della bodycam della polizia di Alameda, in California, dove si vedono gli agenti che dopo l’arresto immobilizzano un uomo a terra per oltre cinque minuti, con un poliziotto che preme sul suo torace. Mario Gonzalez, un ispanico di 26 anni, è poi deceduto.

L’episodio risale al 19 aprile scorso e ricorda molto le circostanze dell’uccisione di George Floyd l’anno scorso a Minneapolis, soffocato dalla pressione del ginocchio del poliziotto Derek Chauvin. Il ragazzo era stato segnalato in due telefonate, in una per aver rubato alcolici da un negozio e in un’altra perché vagava ubriaco vicino a un’abitazione. Gli agenti dopo averlo arrestato lo hanno spinto a terra. Un video di oltre otto minuti in cui il ragazzo a un certo punto grida:

“Non ho fatto niente” e si sente che fa fatica a respirare. Una sequenza tremenda che si conclude con gli agenti che lo girano su un fianco e vedono che Gonzalez non risponde.

Gli agenti tentano di rianimarlo ma il ragazzo è morto, proprio il giorno prima della condanna dell’agente che ha ucciso Floyd. I tre poliziotti sono stati sospesi.