Usa: J.Sachs (Columbia University),'Trump pericolo per il mondo, siamo su orlo precipizio'

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

"Tutto è in gioco" alle elezioni presidenziali americane. "Donald Trump è mentalmente disturbato (sia psicopatico che narcisista) e dunque è un chiaro e presente pericolo per gli Stati Uniti e il mondo". A parlare così con l'Adnkronos è il professore americano Jeffrey Sachs, uno dei massimi esperti mondiali di economia sostenibile e lotta alla povertà. "Mi dispiace di metterla in modo così brusco, ma è la verità. In questo ciclo elettorale, gli Stati Uniti sono davanti ad un precipizio", afferma l'ex direttore dell'Earth Institute della Columbia University.

Donald Trump "ha mobilitato un forte sostegno fra gli anziani americani bianchi, poco istruiti e spesso razzisti. L'impero dei media di Murdoch, compresi Fox news e il Wall Street Journal, hanno incoraggiato questo sforzo", dichiara Sachs.

"Il partito Repubblicano - continua l'economista - sta cercando in innumerevoli modi di sopprimere il voto attraverso il paese e, quando non ci riesce, di sopprimere il conteggio dei voti. Trump segue la lunga tradizione repubblicana di appellarsi al razzismo, che data da Nixon, ma da questo punto di vista Trump è il presidente moderno più rozzo e con meno principi. Prenderà misure estreme per cercare di mantenere il potere". "La volgarità e l'immoralità di Trump - afferma Sachs -comprendono anche l'aver deliberatamente minato la lotta contro il Covid-19 e di aver lasciato gli americani a soffrire di un'epidemia che ora è pienamente fuori controllo. Ha mentito senza fine, si è preso gioco dell'uso delle mascherine, ha negato aiuti alle città americane (perché tendono ad avere maggioranze democratiche) e generalmente schernito e smantellato i servizi sanitari di base".

"Tutte le azioni di Trump sono in piena luce e i suoi sostenitori sanno esattamente per cosa votano. Da questo punto di vista, le elezioni hanno messo in luce in modo molto inquietante il razzismo dell'America bianca, dei sobborghi segregati e le aree rurali. E' difficile immaginare che la società americana possa funzionare normalmente se Trump si aggrapperà in qualche modo al potere. Anche il mondo si troverà in un maggior pericolo di conflitto", sottolinea Sachs.

Professore alla Columbia university, dove è direttore del Centro per lo Sviluppo sostenibile, Sachs è anche presidente del Sustainable Development Solutions Network dell'Onu e considerato vicino a Papa Francesco. Interverrà al Festival della salute globale di Padova (9-15 novembre) evento che vede nel comitato scientifico Consigliere del ministro della Salute per l’emergenza coronavirus Walter Ricciardi e Stefano Vella, ex Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco e rappresentante italiano del Programma Quadro di Ricerca Europeo (Horizon Europe – 2021-2027) per l’area salute.