Usa, la storia di un giocatore di football cieco

·2 minuto per la lettura
giocatore football americano cieco
giocatore football americano cieco

La passione può andare oltre qualsiasi difficoltà, permettendo di superare ogni ostacolo. Lo sa bene Jasen Bracy, che a 15 anni dimostra il suo attaccamento alla vita ed è l’esempio di come sia possibile riprendere in mano la propria quotidianità anche quando questa viene completamente stravolta. La sua storia fa commuovere.

Giocatore di football americano cieco, la storia di Jasen

A 7 anni è rimasto completamente cieco e ora riesce solo a distinguere se è giorno o notte. Il resto è impercettibile, gli appare indistinto. Svanite le mille cromature della natura, le molteplici sfumature che riempiono le giornate, ma non quelle del suo cuore: non ha perso energia e determinazione e così Jasen ha ripreso in mano la sua vita.

Non ha rinunciato a una delle sue più grandi passioni e ora è uno sportivo d’eccellenza: come giocare a football senza il supporto della vista? La memoria può bastare.

Giocatore di football americano cieco: un sogno diventato realtà

Jasen vive a Modesto, in California. Aveva solo 1 anno quando gli è stato diagnosticato un retinoblastoma. Nel corso degli anni si è sottoposto a diversi interventi per curare la sua condizione, sebbene non sia stato possibile salvare la sua vista. A 7 anni è diventato cieco, ma non si è mai arreso. Non ha mai perso la voglia di sognare e maturare ambizioni.

Così, quando era ancora molto piccolo, ha iniziato a seguire le partite di football con il padre, che gli raccontava le azioni in campo. Poi ha cominciato ad allenarsi con il papà, fino a quando – ricevuto in regalo il suo primo telefono – ha contattato tutte le squadre di football della zona per chiedere se potesse fare parte del gruppo. Ora è quarterback dei Modesto Raiders.

L’assenza della vista è pienamente compensata dalla sua consapevolezza spaziale e dalla sua memoria, sapendo esattamente dove dovrebbero trovarsi i suoi compagni e lanciando la palla con assoluta precisione. A supportarlo c’è sempre suo padre, che attraverso un walkie-talkie gli dice cosa succede in campo.

Giocatore di football americano cieco, le parole Jasen

La forza di Jasen è una motivazione per tutte le persone che si trovano in difficoltà o per tutti coloro che affrontano un momento di sconforto. Il 15enne è soddisfatto della sua vita e fa sapere che spesso gli avversarsi non sono a conoscenza della sua disabilità.

Non glielo dico, né prima né dopo la partita, quindi non ci pensano minimamente a andare leggeri con meed è felice sapendo di essere trattato da tutti con massima normalità, senza privilegi, compassione o tenerezza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli