Usa, le chitarre Gibson rischiano il fallimento

Red

Roma, 20 feb. (askanews) - Uno dei migliori costruttori di chitarre al mondo potrebbe essere costretto a staccare la spina a causa di gravissimi problemi finanziari, in un mondo che ama sempre meno la musica rock. Gibson, marca di chitarre preferita da Elvis Presley, BB King, Slash, Santana e Bob Marley, non sa come ripagare i debiti in scadenza tra qualche mese dopo l'abbandono del suo direttore finanziario a meno di un anno dalla nomina. Secondo il Nashville Post, Gibson Guitars deve rimborsare 375 milioni di dollari tra meno di sei mesi e, se non ci riuscirà, andranno immediatamente dopo in scadenza 145 milioni di dollari di debiti bancari. Il direttore finanziario Bill Lawrence ha lasciato dopo poco più di sei mesi e le possibilità di rifinanziare il debito senza traumi sembrano poche, scrive il quotidiano.

La scorsa settimana Gibson ha dichiarato di aver soddisfatto tutti "gli impegni finanziari in atto" verso gli obbligazionisti e che sta lavorando a un rifinanziamento del debito in scadenza a fine luglio. Il presidente e amministratore delegato Henry Juszkiewicz ha detto che Gibson intende concentrarsi sui segmenti di prodotto redditizi, rinunciando a quelli che "hanno scarso potenziale di crescita nel futuro".

I costruttori di chitarre, specialmente elettriche, sono in crisi da qualche anno, colpiti da una calo della domanda che si è tradotto in un ridimensionamento dei risultati. La rivale di Gibson, Fender, nel 2012 aveva dovuto rinunciare a quotarsi in borsa perchè gli investitori la consideravano sopravvalutata.

Gli utili di Gibson sono in calo da qualche anno e gli analisti ne danno la responsabilità alla crescita dei servizi in streaming e alla popolarità di generi musicali diversi, come l'hip hop e la dance elettronica. I dati pubblicati la scorsa settimana mostrano che il rap ha superato il rock come genere musicale più popolare negli Usa lo scorso anno.

Gibson fu fondata nel 1894 a Kalamazoo, nel Michigan, e ha sede a Nashville dal 1984. A capitale privato, è nota per il suo modello Les Paul, un'icona del rock. Altri marchi che fanno capo all'azienda sono Epiphone, Dobro, Valley Arts, Kramer, Steinberger, Tobias, Slingerland, Maestro, Baldwin, Hamilton, Chickering e Wurlitzer.

La società fu fondata da Orville Gibson, un cameriere in un ristorante, e inizialmente si concentrò sui mandolini, ma in seguito allargò la sua attenzione ai banjo degli anni '20 e alle chitarre negli anni '30, con l'evolversi dei gusti musicali.