Usa, leader Senato punta a tempi rapidi processo impeachment Trump

Bea

Roma, 21 gen. (askanews) - Il leader della maggioranza del Senato Usa, il repubblicano Mitch McConnell, ha fissato un calendario che prevede che il team dell'accusa nel processo d'impeachment e i legali della difesa del presidente Donald Trump abbiano 24 ore in due giorni ciascuno per esporre i loro argomenti in apertura del processo davanti ai senatori, una scelta che secondo i media americani significa che i repubblicani vogliono archiviare il processo in tempi brevissimi, prima del discorso sullo State of the Union che Trump terrà al Congresso il 4 febbraio.

Nel processo per l'impeachment di Bill Clinton gli argomenti preliminari di difesa e accusa occuparono quattro giorni ciascuno. I democratici, che al Senato sono in minoranza ma alla Camera, dove Trump è stato messo in stato di accusa, sono in maggioranza, hanno criticato la tempistica individuata da MConnell, che secondo una fonte dem mira a "nascondere e le malefatte del presidente nel buio della notte". "E' chiaro che il senatore McConnell ce la mette tutta per ostacolare il reperimento di testimonianze e documenti e vuole chiudere il processo in tutta fretta" ha detto il capogruppo democratico al Senato Chuck Schumer, secondo il quale la scelta di McConnell "è una disgrazia nazionale". (Segue)