Usa, Maria Butina sarà scarcerata e deportata in Russia

Ihr

Roma, 25 ott. (askanews) - Maria Butina, la prima persona di nazionalità russa ad essere stata processata e condannata a 18 mesi negli Usa per aver tentato di influenzare la politica Usa durante la campagna presidenziale del 2016, sarà rilasciata dal carcere della Florida dove è detenuta da luglio e trasferita in Russia. Lo scrive la Bbc online. La donna è stata condannata a 18 mesi di reclusione di cui almeno 12 già scontati.

Butina, 30 anni, si era dichiarata colpevole per aver cospirato, insieme al fidanzato americano, il repubblicano Paul Erickson, per infiltrare la National Rifle Association, la potente lobby delle armi statunitense, e altri circoli conservatori Usa con l'obiettivo di influenzare la politica americana per conto del Cremlino.(Segue)