Usa, metà dei casi Covid nei sette stati con minor tasso vaccinazioni

·1 minuto per la lettura
Persone in fila per vaccinazione in Texas

WASHINGTON (Reuters) - Circa metà dei nuovi casi di coronavirus e dei nuovi ricoveri della scorsa settimana negli Stati Uniti provengono dai sette stati con i tassi di vaccinazione più bassi, secondo quanto affermato oggi dalla Casa Bianca.

Gli stati in questione sono Florida, Texas, Missouri, Arkansas, Louisiana, Alabama e Mississippi, ha riferito durante una conferenza stampa il coordinatore per il Covid-19 del presidente Joe Biden, Jeff Zients.

In particolare, Texas e Florida da soli assommano circa un terzo dei nuovi casi e una quota ancora maggiore dei nuovi ricoveri.

L'amministrazione Biden ha cercato di vincere la diffidenza di alcuni statunitensi, tra cui quelli che non hanno fiducia nel governo, nei confronti del vaccino, mentre l'altamente contagiosa variante Delta si diffonde nel paese.

I casi Covid sono aumentati di circa il 43% rispetto alla scorsa settimana, e le morti giornaliere di oltre il 39%, secondo la dottoressa Rochelle Walensky, direttrice dello U.S. Centers for Disease Control and Prevention.

Gli Stati Uniti hanno riportato 100.000 nuovi casi di coronavirus ieri, il massimo da sei mesi secondo un conteggio effettuato da Reuters.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli