Usa mettono in lista nera compagnie supercomputer cinesi

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 apr. (askanews) - Gli Stati uniti hanno inserito una serie di compagnie e centri cinesi che operano nel settore dei supercomputer nella lista nera delle esportazioni, che renderà più difficile per queste compagnie ottenere tecnologie e materiali statunitensi per i loro prodotti.

Il Dipartimento al Commercio Usa ha aggiuntosette compagnie che operano nel settore dei supercomputer nella lista delle entità che conducono attività contrarie alla sicurezza nazionale americana per conto di interessi politici esterni.

Le compagnie e i centri inseriti nella lista sono: la Tianjin Phytium Information Technology, la Shanghai High-Performance Integrated Circuit Design Center, Sunway Microelectronics, National Supercomputing Center Jinan, National Supercomputing Center Shenzhen, National Supercomputing Center Wuxi e National Supercomputing Center Zhengzhou.

Secondo l'Ufficio Industria e Sicurezza del dipartimento, queste sette entità sono coinvolte in ricerche e produzioni a favore dell'apparato militare cinese.

"Le capacità di supercomputazione sono vitali per lo sviluppo di molte, forse per quasi tutte le armi moderne e per i sistemi di sicurezza nazionale, a partire dalle armi nucleari e supersoniche", ha notato la segretaria al commercio Gina Raimondo. "Il Dipartimento al Commercio - ha continuato - userà tutta la sua autorità per impedire alla Cina di usare tecnologie Usa per sostenere questi sforzi destabilizzanti di modernizzazione militare".

L'inserimento nella blacklist pone restrizioni all'export, alla ri-esportazione, al trasferimento di beni a persone o organizzazioni presumibilmnete coinvolte in attività militari contrarie agli interessi degli Usa.

In particolare, nel mirino, sembra esserci la Phytium che, secondo il Washington Post, avrebbe usato tecnologie acquistate da due compagnie californiane - Cadence Design Systems e Synopsis - nello sviluppo di missili supersonici.