Usa, midterm, Cnn: controllo Congresso è ancora in bilico

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 nov. (askanews) - Secondo la Cnn il controllo del Congresso Usa è ancora in bilico e "la battaglia è ancora nell'aria": tutti gli occhi sono puntati sulle contese per il Senato in Arizona e Nevada, mentre la Georgia si dirige verso il ballottaggio di dicembre. Almeno 400.000 voti rimangono da contare nella sola contea di Maricopa in Arizona, afferma la Tv americana citando funzionari. "Il giorno successivo alla conclusione delle elezioni (di midterm), il controllo del Congresso rimane indeterminato" dice Cnn.

Al momento i repubblicani detengono 49 seggi al Senato, mentre i Democratici ne hanno 48. È ancora troppo presto per stabilire quale partito otterrà il Senato: finora il partito di Joe Biden ha avuto l'unico vantaggio con la vittoria di John Fetterman in Pennsylvania, ma ha ancora bisogno di vincere altri due seggi per garantirsi il controllo. E per la Camera dei Rappresentanti, potrebbero volerci giorni prima che emerga un quadro completo poiché i voti vengono ancora contati in stati come California, Oregon, Nevada e Arizona.

"Il vincitore del midterm non è ancora chiaro, ma il perdente è Donald Trump" titola oggi il Guardian in un'analisi da Washington, sottolineando come "i Trumpers se la sono cavata male negli stati oscillanti" poiché Biden ha contrastato quella che è una "tendenza storica" ed evitato "pesanti sconfitte nel suo primo mandato". Il quotidiano britannico, non senza un certo compiacimento, inizia l'analisi così: "E il perdente è... Donald J. Trump".

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato in queste ore che intende ricandidarsi alla Casa Bianca e che probabilmente prenderà una decisione definitiva entro l'inizio del prossimo anno, dopo aver dichiarato i risultati di queste elezioni di medio termine buoni per la democrazia. Biden ha definito il midterm un "buon giorno per l'America", sottolineando che la "gigantesca onda rossa" prevista non si è verificata e che è ancora possibile che i democratici tengano la Camera.