Usa: midterm, niente valanga rossa

Una proiezione della NBC afferma che alla Camera americana i democratici potrebbero perdere 7 posti a favore dei repubblicani che otterrebbero cosî la maggioranza, con appena tre eletti in più. La valanga rossa repubblicana alle elezioni di Midterm che si sono tenute negli Stati Uniti non ha travolto i democratici, contro i pronostici.

Lo spoglio è ancora in corso ma si capisce che il paese è diviso secondo la professoressa Natasha Lindstaedt, dell'Università di Essex

"Vediamo che tutte queste elezioni sono state molto più serrate di quanto pensassimo. Vediamo anche quanto il paese sia completamente scisso. È più polarizzato che mai. Quindi penso che vedremo un'affluenza record nel 2024. E io pensiamo che siamo a un vero bivio qui con la democrazia americana perché ci sono ancora collegi in cui i concorrenti negano il risultato del 2020. Dobbiamo davvero osservare l'esito in queste competizioni perché è davvero importante che abbiamo elezioni libere ed eque e che la gente accetti i risultati".

Nelle intenzioni di voto 7 su 10 votanti hanno detto che la decisione della corte suprema di eliminare la protezione per il diritto all'aborto ha influenzato la loro scelta. Le elezioni di midterm sono quindi un messaggio per Donald Trump, che incombeva come convitato di pietra, coi suoi uomini, con la sua ventilata candidatura alle prossime presidenziali e con il referendum sul diritto all'aborto in cui ha vinto il sì alla tutela della libera scelta in cinque stati su cinque.

Inoltre la notte ha visto le vittorie di oltre 100 repubblicani che hanno abbracciato la teoria di Trump secondo cui Biden ha rubato le elezioni del 2020, ma diversi altri candidati complottisti non ce l'hanno fatta