Usa, miliardari nel mirino dei democratici: propongono nuova imposta

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

New York, 27 ott. (askanews) - I democratici del Senato hanno pubblicato mercoledì una proposta fiscale che toccherà i redditi dei miliardari e aiuterà a sostenere la spesa sociale dell'agenda Biden e la legislazione sul cambiamento climatico.

Il senatore Ron Wyden, presidente della commissione per le finanze del Senato, ha dichiarato che l'imposta sul reddito colpirebbe circa 700 contribuenti che hanno più di 1 miliardo di dollari in attività o redditi superiori a 100 milioni di dollari all'anno.

Il Wall street Journal precisa che "Sotto il sistema fiscale odierno, i miliardari non devono pagare le tasse sulle plusvalenze a meno che non vendano i loro beni, e possono ottenere maggiori prestiti per finanziare i loro stili di vita".

Il nuovo piano legislativo richiederebbe ai miliardari di fornire all'Agenzia delle entrate un resoconto dettagliato di quanto i beni che possiedono hanno guadagnato o perso ogni anno. Il disegno di legge propone anche un'addizionale del 3% sugli americani più ricchi con un reddito superiore a 5 milioni di dollari. In parallelo i democratici hanno presentato un piano separato per imporre un'imposta contabile minima del 15% alle società con oltre 1 miliardo di profitti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli