Usa, Nyp: sospetti su Hunter Biden, avrebbe fumato crack in un club -2-

Coa

Roma, 27 nov. (askanews) - Dipendenti dell'Archibald's, citati dal quotidiano, hanno riferito che Hunter Biden era un abituale frequentatore del club. Una fonte ha precisato che avrebbe speso "migliaia e migliaia di dollari nelle sale Vip dell'Archibald" e pagato i suoi conti con "carte di credito che non avevano il suo nome".

Il capo della sicurezza Ranko Petrovic ha affermato che il club "non ha avuto problemi con lui", ma l'ex amministratore delegato di Archibald, James Ritter, ha dichiarato che in un'occasione, alla fine del 2018, c'è stato un "sospetto uso di droghe".

"C'era un odore di polistirolo bruciato nella sala Vip. Gli abbiamo detto che nulla di illegale può succedere qui", ha detto Ritter.