Usa, NYT: misterioso hacker dietro violazione profili Twitter vip -2-

Dmo
·1 minuto per la lettura

Roma, 18 lug. (askanews) - Quest'ultimo ha detto a uno degli hacker di aver lavorato per Twitter. Un altro degli autori dell'attacco informatico, ha spiegato di avere avuto accesso ai messaggi interni sulla messaggeria Slack, o di aver trovato il modo di connettersi ai serve delle aziende. Gli hacker, intervistati dal NYT, hanno detto di aver partecipato all'operazione per acquistare account meno noti, ma con nomi popolari tra alcuni utenti di Internet, per rivenderli per bitcoin. Si tratta di account il cui nome utente include solo una lettera o un numero, fatto che garanzia di presenza sul social network sin dal suo inizio. Ma lo stesso hackeraggio stato utilizzato per prendere il controllo dei conti di figure di spicco e vip.